Il wedding theme è una tendenza di origine anglosassone che a seguirla, richiede un certo impegno. Organizzare un matrimonio a tema significa cercare un filo conduttore che leghi tra di loro tutti, ma proprio tutti gli aspetti delle nozze: abito, accessori, location, ricevimento, menù.
Per questo motivo il wedding theme richiede ricerca, documentazione, fantasia, oltre ad una buona dose di pazienza.
In Inghilterra e negli Stati Uniti questa tendenza è presa molto sul serio, mentre da noi si tende a fare un pò di confusione tra gli stili, soprattutto quando la scelta ricade sul vintage.

La scelta dell’abito
Negli anni ’50 le donne dopo il periodo buio della guerra, recuperano la loro femminilità. Pizzi, merletti, reggiseni a punta, abiti stretti in vita, diventano il must have della donna di quegli anni .
Furoreggiano gli abiti A-line con corsetto a definire il girovita mentre Dior lancia lo stile New Look capace di valorizzare ogni donna.
Chi non ricorda le magnifiche immagini di Marylin Monroe, Grace Kelly, e Audrey Hepburn?

Pin up anni ’50. Hair and make up Ori ‘O’, Photo Daniela Pellegrini, Dress Bloody Edith Atelier

 

Una giovanissima Marilyn Monroe

 

La classe innata di Grace Kelly interpreta il lato glamour degli anni ’50

Le spose glamour ritornano al velo, ai guanti lunghi e ai cappellini con veletta, altrimenti scelgono nastri a fermare lunghe code di cavallo per un look più sbarazzino. Agli uomini viene riservato il frac abbinato a bombette e cappelli a cilindro.

Accessori e trucco
Completano il tutto un filo di perle per lei e un bel paio di gemelli per lui. Il trucco della sposa segue la moda del tempo ed è dettagliato. Eye liner nero a delineare gli occhi e un bel rossetto rosso per labbra da vamp.

Hair Ori ‘O’ Dress Peter Lagner Photo Armando Catatonici

 

Collezione anni ’50 Ian Stuart

 

Stefanie James Couture

 

Coloratissime crinoline per un divertente e originale outfit anni ’50

 

Scelto l’abito da sposa, anche gli allestimenti dovranno essere fedeli al wedding theme anni ’50. A questo punto bisognerà decidere se preferire uno stile glamour sulla scia dei matrimoni più chic dell’epoca: quello di Jackeline Kennedy e della meravigliosa Grace Kelly per intenderci. Oppure seguire lo stile rockabilly e quindi corredarsi di capelli alla pompadur, scarpe brothel creeper e arrivare al ricevimento rigorosamente in cadillac.

Considero entrambe le alternative molto stimolanti dal punto di vista creativo e quindi vi consiglierei di lasciarvi guidare semplicemente dal gusto e dalla vostra personalità.

 

                                                    Fonte Funky Wedding

 

                                                     Fonte Funky Wedding

 

L’ambientazione anni ’50 è ideale per offrire agli ospiti un ricco brunch se ci si sposa entro le undici di mattina oppure un suggestivo tè nel pomeriggio.
Questa soluzione piace perché regala agli ospiti, una festa non troppo formale e divertente. Ed è perfettamente coerente con il theme wedding anni ’50. Il tradizionale pranzo al ristorante infatti, si affermerà pienamente solo a partire dagli anni ’60. La maggior parte degli sposi in quegli anni è solita offrire un pranzo a buffet nella propria casa.
Vi sposate nella stagione estiva? potrete fornire ogni invitato, di un bel plaid a quadri e un comodo cuscino per accomodarsi sull’erba. Arriveranno poi cestini con sandwich, pasticcini salati, piccoli croissant, e gli immancabili scones.
E voi che ne pensate degli anni ’50? Siete glamour o rockabilly?