FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

ANGELA BARTOLOMEO | Wedding Planner, Roma
info@angelabartolomeo.it | +39 366 547 2983

Skip to Content

Blog Archives

Come scegliere l’abito da sposa e gli accessori giusti

Alzi la mano chi anche solo per sbaglio non ha incrociato su Real time, Randy Fenoli e le commesse di Kleinfield, famoso negozio di abiti da sposa a New York. Guardando le spose che si avvicendano nei camerini, si comprende quanto la scelta dell’abito nuziale  sia importante e quanto questa  scelta possa generare tantissimi dubbi . Un momento così bello ed emozionante  non può e non deve essere fonte di affanno e di preoccupazione.

Cosa fare per essere sicure di sceglierlo con serenità e gioia, senza ansie e dubbi ?

Prima di ogni cosa bisogna cercare di orientarsi su tessuti di qualità e su linee non eccentriche. Mi è capitato spesso, nel corso dei matrimoni, di ammirare abiti strepitosamente scenografici ma che non consiglierei a nessuna delle mie amate spose.

L’abito da sposa oltre che la bellezza deve concedervi  la possibilità di muovervi liberamente e godere appieno della giornata di festa.

Secondo step: quando andiamo ad acquistare il nostro abito cerchiamo di tenere ben presente la nostra unicità e di come siamo fatte. Orientiamoci verso modelli che esaltano la nostra femminilità. Il pizzo ad esempio si addice molto a chi ha una fisicità esile, mentre i tessuti lisci e splendenti aiutano a nascondere qualche rotondità. Se la sposa ha le braccia troppo magre dovrebbe evitare gli abiti senza maniche e prediligere piccoli boleri o guanti lunghi. Al contrario le maniche in pizzo nascondono senza appesantire le braccia non proprio toniche. E’ fondamentale che l’abito sia in perfetta armonia con lo stile che daremo al ricevimento perché non manchi mai l’effetto scenico.

Come dare il tocco finale e definire lo stile del wedding dress?

Gli accessori giocano sicuramente un ruolo molto importante.

Il velo: dopo aver indossato quello allegro dell’addio al nubilato arriva il momento di vestire il velo romantico e carico di significato del vostro matrimonio. Nella scelta bisogna tener presente lo stile dell’abito e cosa da non trascurare , l’altezza della sposa. Un velo troppo corto svilisce un abito sontuoso, mentre se è troppo lungo comprime la figura quando la sposa non è abbastanza alta.

Esistono tantissimi modelli di velo. A madonna, a voliera, a cascata, corto ( consigliabile soprattutto nei matrimoni civili). Qualunque sia il modello che sceglierete non indossatelo mai  durante il ricevimento.

Altre regolina: se l’abito è suntuoso il velo sarà semplice e viceversa, ma io penso che  dato che ci si sposa una volta sola,  fate volare i vostri  desideri.

Il fascinator: è una valida alternativa per chi non ama il velo,  oltre ai fiori freschi tra i capelli.  E’un  prezioso fermaglio arricchito di volta in volta da nastri, piume e che va sistemato nella parte bassa della nuca, nel punto in cui parte l’acconciatura della sposa. La veletta perfeziona il fascinator con la giusta eleganza di un velo leggero.

Il cappello: di gran moda intorno agli anni ’70 si addice a chi sceglie per il proprio matrimonio uno stile campestre o comunque piuttosto informale.

Bisogna proprio indossare le calze sotto l’abito?

Certo la smagliatura è  sempre in agguato! Le spose più moderne, non scelgono di indossare le calze perché le trovano molto scomode, tranne che non si tratti di un bel paio di autoreggenti, corredate da una bella giarrettiera in pizzo!

E’ sempre meglio aver già acquistato la lingerie che indosserete il giorno del vostro matrimonio alla seconda prova dell’abito. Uno shaping underwear sarà perfetto per valorizzare la linea dove ce ne fosse bisogno .

E le scarpe?

Saranno compatibili la marcia nuziale, le pose fotografiche, il ricevimento ed i balli con un bel tacco 12? Molto dipende dalla vostra attitudine alla sofferenza, ma un rodaggio delle nostre scarpe nei giorni precedenti al matrimonio torneranno utili. Se proprio non ce la fate a resistere e non riuscite a tenere le vostre strepitose scarpe fino alla fine dei festeggiamenti potete cambiarle a danze iniziate. Indossate un bel paio di ballerine o sneakers bianche anzi no…rosse!

 

Riassumendo:

  • siate voi stesse
  • ascoltate i consigli di tutti ma decidete da sole perché quel giorno è il vostro giorno e dovete sentirvi a vostro agio
  • non sottoponetevi a diete da fame
  • tenete sempre presente il vostro budget. Non è vero che l’abito più costa più è bello
  • non sottoponetevi ad estenuanti maratone da un atelier ad un altro e usate internet per una prima scrematura
  • non acquistate con eccessivo anticipo per evitare ripensamenti. sei mesi prima sono un tempo più che sufficiente.

Ed infine abbiate sempre cura del vostro abito da sposa perché è stato testimone di un momento bellissimo e dell’inizio di una nuova ed entusiasmante avventura.

 

 

 

 

 

 

READ MORE

Engagement session sul mare

Prendete la bellezza del mare e un tramonto mozzafiato, fatevi coinvolgere da un’atmosfera magica  e godetevi le bellissime immagini di questo engagement. Mi capita sempre più spesso di organizzare degli shooting  pre-wedding e l’idea di realizzarlo su una barca si è rivelata ad alto tasso di romanticismo . Per questa meravigliosa coppia  ho allestito una tavola con i colori del cielo e del mare, con tante  candele e piccoli fiori. Padroni indiscussi della scena sono stati i due innamorati e i tanti piccoli gesti di attenzione che si sono scambiati.

Un pomeriggio trascorso tra risate e baci, terminato con un  brindisi al loro amore in  calici blu come il mare e un delizioso spuntino con fragole mature.

Proprio le fragole saranno protagoniste nel fil rouge del loro matrimonio che si preannuncia molto particolare e ricco di bellissimi dettagli.

Non vedo l’ora di mostrarvelo!

Intanto godiamoci le belle immagini dei due innamorati e perdiamoci nel blu di un mare meraviglioso.

 

 

READ MORE

Matrimonio con il cane: come organizzarsi con “fido” nel giorno più bello

La prima volta che mi è capitato di dover affrontare l’organizzazione di un matrimonio con un invitato molto speciale, certo Orazio, un fantastico labrador, è stato circa una decina di anni fa.
Da allora, quella che all’epoca poteva sembrare una richiesta eccentrica, è diventata una consuetudine, che come ogni dettaglio nell’organizzazione di un matrimonio, non deve essere lasciata al caso.

E’ consigliabile seguire alcune semplici regole, per far si che la presenza del nostro amico a quattro zampe, si inserisca nel ricevimento con naturalezza e stile.

 

Se Fido appartiene agli sposi

I padroni di casa dovranno assicurarsi prima di tutto che la presenza di Fido non arrechi nessun disagio agli ospiti. Potrebbero esserci persone che non amano particolarmente i cani, soprattutto quelli di grande taglia. Oppure mamme con bambini molto piccoli, che si entusiasmano particolarmente alla vista di un bel cagnolino, diventando incontrollabili. Ospiti con allergia al pelo del cane. E così via.

Dovranno scegliere una  che permetta l’accesso dei nostri amici a quattro zampe,possibilmente  con un angolo riservato, dove Fido, potrà godersi un pò di tranquillità, lontano dal trambusto della festa.

Nessuno potrà mai darvi la garanzia assoluta che il vostro amato cane stia tranquillo e si comporti esattamente come desiderate, in un contesto animato come quello del ricevimento di nozze.
Non abbiamo bisogno di un Marley che ci faccia ricordare in negativo il nostro matrimonio e perciò diventerà necessario prevedere il servizio di un dog sitter che si occupi di Fido.

Se Fido appartiene agli invitati

L’invitato perfetto è quello che non crea imbarazzi inutili, chiedendo ad esempio di portare il proprio cane al ricevimento nuziale. Nel caso in cui non lo sfiori l’imbarazzo, deve doverosamente informarsi se è prevista la presenza di un dog sitter, perchè è chiaro che non si può lasciare un gruppo di Fido, a scorrazzare liberamente durante il ricevimento. Se la presenza del dog sitter non è contemplata, l’invitato perfetto deve saper rinunciare a portare il suo cane.

Il wedding dog sitter perfetto


Deve essere un professionista serio, che abitualmente condivide del tempo con i cani e ne ha studiato le caratteristiche. Deve saper gestire il cane in sicurezza e in un ambiente esterno. Deve saperne interpretare il comportamento per evitare situazioni critiche. E deve conoscere le particolarità delle varie razze.

Abbigliamento e ruolo di Fido

Fido NON E’ un bambolotto da agghindare come un albero di Natale da riempire di lustrini e pailletes, perché più brilla meglio è!.
Certo, è vero che l’amore è cieco e a volte ci porta ad esagerare con le trasgressioni. Ma rispettiamo la sua dignità di cane.
Scegliamo accessori semplici: un piccolo papillon colorato, un fiore (non tossico mi raccomando!!) non troppo profumato perché il suo tartufo non gradirebbe, attaccato saldamente al collarino. Possono bastare. Una graziosa ghirlanda di fiori, ma giusto per il tempo necessario ad un click.

 

 

Mi è capitato più di una volta di assistere a diverse interpretazioni del ruolo di Fido: consegna del cuscinetto delle fedi legato al collo, anelli nuziali legati direttamente al collare, consegna di piccolo cesto di petali tenuto saldamente in bocca e così via…
Una possibile caduta di stile è sempre in agguato.Ma ancora di più mi preoccupa la salute dei vostri Fido.
Quindi se pensate che il giorno più bello della vostra vita, possa essere ancora più bello se lo dividerete con il vostro amato cagnolino fatelo pure, ma ricordate che la più grande prova d’amore è il rispetto della sua natura di cane.
E voi che ne pensate?

Photo Pinterest

READ MORE

Matrimonio in stile bohochic: bellezza, colore ed etica si fondono in uno stile naturale e raffinato

Se siete ancora indecisi sullo stile da adottare per il vostro matrimonio ed in voi albergano lo spirito bohémien,Woodstock e un’anima ecofriendly, lo stile bohochic è quello che fa per voi.
Le parole chiave per comprendere questo stile sono bellezza ,colore ed etica.
La sposa bohochic ama la semplicità e la naturalezza, non è per niente banale e desidera un ricevimento di nozze immerso nella natura.
Gli abiti da sposa in stile bohochic prediligono tessuti leggeri e impalpabili che svelano il cuore romantico di chi li indossa.I fiori comprimari nel definire lo stile di un ricevimento di nozze possono essere scelti sia per l’allestimento che per il bouquet della sposa tra dalie, peonie o rose antiche. Con una predilezione per i fiori spontanei come la camomilla, le margherite, il pisello odoroso, la lavanda e così via. Non bisogna mai innamorarsi di un fiore in astratto. Ricordate sempre che i fiori sono colore, personalità, stupore,creatività.

 

 

Una vecchia cassetta di Coca Cola, fiori di campo e rose per un allestimento a Tenuta Tresca

 

 

Anche gli allestimenti avranno un mood naturale e colorato, nastri per decorare tavole e sedie, piccoli vasi in vetro da usare come lanterne, un grande albero che offre la sua ombra per un originalissimo tableau.

 

            Nastri di raso colorati donano personalità a delle semplici sedute bianche

 

              Una perfetta atmosfera bohochic realizzata con nastri colorati e fiori di campo

 

Segnaposti realizzati con spille vintage e allestimento con piccoli fiori di carta coloratissimi

 

 

Tableau de mariage realizzato con tronchi in perfetto stile bohochic

 

Bomboniere ecofriendly: piccoli sacchetti in lino contengono semi di fiori

 

                     Torta nuziale: chiudere in dolcezza a Tenuta Tresca
READ MORE