FOLLOW US

SEARCH SITE BY TYPING (ESC TO CLOSE)

ANGELA BARTOLOMEO | Wedding Planner, Roma
info@angelabartolomeo.it | +39 366 547 2983

Skip to Content

Blog Archives

Tendenze matrimonio 2020: tutte le novità e i consigli per chi pronuncerà il fatidico “Si”.

Siete in procinto di sposarvi il prossimo anno?

Questo articolo fa proprio al caso vostro . Vi trovate tutto sulle ultime tendenze per il matrimonio 2020

Il consiglio che però mi sento di darvi è quello di non dimenticare che al di là delle mode il matrimonio deve essere prima di tutto vostro, perché deve riflettere i vostri gusti e la vostra personalità .

Organizzare il matrimonio è spesso fonte di stress ma se vi affiderete ad una Wedding Planner vi assicurerete un risultato eccellente.

Molte delle tendenze 2019 si riconfermeranno per il 2020:

L’abito da sposa 2020: abiti splendidi all’insegna del minimalismo in chiave romantica si trovano accanto ad abiti da sposa trasformabili e a bellissimi completi pantalone con strascico ad effetto . Un’attenzione particolare andrà alla scelta dei tessuti di gran qualità, si vedranno piume sui bordi e nuvole di tulle per ricreare l’effetto principessa. Per le amanti del colore verde naturale, azzurro cielo e rosa confetto

Matrimonio ecologico: sempre più coppie di sposi prediligono il matrimonio ecologico che rimane di tendenza anche nel 2020 .

Inviti in carta riciclata e bomboniere realizzate con piccole bustine di semi , che ogni invitato potrà piantare sul balcone di casa , ricordando anche dopo molto mesi la bellezza di quel giorno.

Addio al nubilato: Sempre più gettonato nel 2020 sarà l’addio al nubilato in veste zen. Addio spettacoli di spogliarellisti o feste fino alle 4 del mattino. La sposa 2020 condividerà con le amiche più care una rilassante giornata alle terme . Scegliere una giornata tipo in un centro termale può essere anche un modo per prendersi cura di sé e allontanare lo stress del matrimonio.

Effetti speciali: si conferma nel 2020 l’aspetto tecnologico del matrimonio. Spettacoli laser sostituiranno sempre di più i fuochi d’artificio . Molte coppie non potranno più fare a meno del drone per riprese spettacolari del loro ricevimento di nozze

Le partecipazioni di nozze: sempre più richieste saranno le partecipazioni realizzate completamente a mano e acquerellate , chic e decisamente personalizzate

Quali sono le novità del 2020 riguardo ai temi ?

Tema Matrimonio Colore: in pole position per il 2020 ci sono i colori pastello . Raffinati e romantici restano i prediletti delle spose.

Tema matrimonio Natura e Bosco incantato: un tema decisamente fiabesco da “Sogno di una notte di mezza estate” , tanto legno e luci d’atmosfera . Non potrà mancare un’altalena floreale e per la sposa un bouquet con succulente e foliage

Tema matrimonio Bohochic: le nozze bohemien sempre ispirate ad un gusto gitano riscopriranno le ambientazioni naturalistiche caratterizzate da allestimenti nature e composizioni delicate, con spiccata predilezione verso il bianco puro e i fiori di campo.

Tema matrimonio Barocco: candelabri arricchiti da fiori importanti come centrotavola, tavole imperiali impreziosite con dettagli dorati . Il Baroque wedding è una delle tendenze più amate per il 2020 .

READ MORE

Matrimonio d’inverno: 6 idee per un wedding day insolito

I matrimoni invernali risvegliano il mio lato romantico. Paesaggi innevati, camini scoppiettanti, candele ovunque e quel teporino così accogliente.

Non sono molte le coppie di  sposi che scelgono di festeggiare il loro matrimonio durante la stagione invernale anche se in realtà ci sono molti buoni motivi per decidere di farlo.

Atmosfere suggestive, piccoli sconti sui costi, la magia del paesaggio, sono solo alcuni di questi. E poi zero ansie! E nessun piano A e B ma solo l’imbarazzo di scegliere tra dimore storiche, ville e casali suggestivi e innevati.

Ci state pensando?

Ecco quindi 6 consigli di stile  per un matrimonio invernale

 

L’ABITO DA SPOSA 

Il freddo non deve essere vissuto come un’inconveniente ma piuttosto come l’occasione per sfoggiare accessori di estrema eleganza.

Stole, guanti, manicotti sono gli accessori giusti per sentirsi una regina delle nevi. Da prediligere tessuti come il raso e la seta che trattengono il calore . L’abito da sposa invernale ideale ha le maniche lunghe in pizzo o lisce per non soffrire troppo il freddo, ma se non volete rinunciare alle scollature da sfoggiare in un secondo tempo durante il ricevimento, optate per  una morbida stola in pelliccia ( ecologica mi raccomando!)  o un meraviglioso cappottino in morbida lana bianca.

ATMOSFERE

Calde atmosfere illuminate dalla luce di un camino acceso. Dettagli cozy, cascate di cristalli, lucine ovunque e immancabile un grande meraviglioso albero di Natale. In total white o con dettagli in rosso ma anche con l’oro e l’argento, che daranno un tocco di estrema eleganza al ricevimento. Da prediligere elementi decorativi naturali: piccole pigne o deliziose mele stregate come segnaposto, candele e fiori di stagione.

 

 

 

 

SWEET TABLE

Parola d’ordine: coccolare gli ospiti!

E da brava golosa come sono, non posso non suggerirvi di farlo proponendo un fantastico, originalissimo angolo dei dolci!  Immaginate una bella credenza antica  o un  mobile d’epoca, allestito con un Samovar in argento e tazze in fine porcellana, dove servire cioccolata calda con morbidi pennacchi di  panna montata , dolcetti profumati alla cannella, cupcakes ricoperti di zucchero glassato o ai tre cioccolati, da quello al latte fino al fondente, passando per gli aromatizzati al peperoncino e ancora  deliziosi cioccolatini con il monogramma degli sposi, ed una wedding cake strepitosa a più piani, ricoperta di frosting bianco e aromatizzata alla vaniglia e cacao.

 

FLOWERS

Pungitopo e biancospino, abete profumato,ranuncoli e tulipani unito al grigio tenero della cineraria e a romantici  anemoni. Che ne pensate di un meraviglioso bouquet nelle tonalità del burgundy? E non ditemi che una flower crowns è un dettaglio da riservare solo ai matrimoni estivi!

 

 

LIGHT IT UP

Che matrimonio invernale sarebbe senza sparkles? Chiedete ai vostri invitati di formare un corridoio di stelline accese e percorretelo mano nella mano. Lo scatto di grande effetto e magia, è assicurato!

 

 

WINTER WONDERLAND

Create uno spazio accogliente magico e di classe con alberi imbiancati a cui appendere cristalli  e centinaia di luci

 

 

E  poi volete mettere quanto sia bello ed emozionante scambiarsi il primo bacio da sposati sotto il vischio?

 

 

Se pensate che un matrimonio in inverno faccia per voi e volete saperne di più  scrivetemi!
Angela Bartolomeo Wedding Planner & Designer

 

Photo: via Pinterest, matrimonio a Tenuta Tresca

 

READ MORE

Cosa fa il Wedding Designer

Avete deciso di fare il grande passo e cominciate a chiedervi : cosa mi piace?  cosa deve rappresentare per me il mio matrimonio?

Visitare le fiere di settore,  documentarsi sul  web, sfogliare le riviste, può non solo non risolvere i dubbi ma anche creare ulteriore confusione e stress.

Un giorno così speciale, merita di essere ricordato anche per le emozioni che riesce a trasmettere. I dettagli, le luci, la bellezza degli allestimenti floreali, tutto deve essere perfettamente coordinato.

Ciò che farà la differenza tra l’ordinario e lo straordinario sarà però quel particolare in più, che solo un wedding designer professionista sa decifrare.

Il compito del wedding designer è proprio quello di  dar vita ad atmosfere straordinarie ad alto impatto emotivo, senza tralasciare alcun dettaglio.

Cosa fa esattamente il Wedding Designer?

A differenza del wedding planner, non si limita a selezionare e coordinare i migliori fornitori e a curare la regia del giorno del matrimonio,( competenze che ha però in comune con il wedding planner) , ma ha quelle capacità tecniche e creative,  che gli consentono di realizzare personalmente oggetti ed elementi decorativi che rappresentano pienamente lo stile del matrimonio e i gusti degli sposi,  perché creati appositamente per loro. 

Parliamo di creatività e concretezza, di capacità di sognare e razionalità.

Ed è questo che rappresenta il valore aggiunto del suo lavoro. Le coppie che scelgono di affidarsi a lui, trovano una figura professionale, che ponendosi come unico referente fa risparmiare tempo, libera dallo stress di una progettazione, realizzando la scenografia dell’evento in armonia con le loro aspettative.

Il wedding designer costruisce intorno agli sposi  un intero mondo, a partire  dalla grafica del matrimonio, progettando e realizzando la scenografia floreale, studiando le soluzioni più adatte per bomboniere, segnaposti e proponendo idee speciali create totalmente da zero.

Se il wedding planner organizza, seleziona, coordina e gestisce , il wedding designer in più  progetta e comunica la storia personale degli sposi.

Un wedding designer professionista non lavora su campionari precostituiti, ma crea il  progetto degli sposi partendo dalla loro storia, producendo bozzetti ad hoc perché possano  realmente vedere quello che verrà realizzato nel giorno del loro matrimonio.

Nel suo lavoro  può avvalersi dell’aiuto di collaboratori selezionati, per lo più artigiani che lo aiutano a completare il progetto taylor made, pensato in esclusiva per la coppia..

Alla domanda “cosa deve rappresentare per me il mio matrimonio? ” il wedding designer risponde, creando un progetto che inizia dal racconto della tua  storia e da ciò che la rende unica. A lui interessa chi sei , cosa ti piace e il suo obiettivo è quello di  aiutarti a realizzare il tuo sogno.

Non lavora in modo standardizzato e non ha un tariffario standard. Lavorando sulla personalizzazione è però molto  attento al budget prefissato.

Come si diventa wedding designer?

Preparandosi tecnicamente, studiando gli stili, documentandosi sulle mode e le tendenze, aggiornandosi continuamente. Essere naturalmente empatico, onesto, creativo, preciso sono doti che non possono prescindere da questa professione.

Deve saper costruire un rapporto intimo, di fiducia con gli sposi e costruire insieme a loro il sogno.

 

Angela Bartolomeo Wedding Planner & Designer

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

READ MORE

5 errori che una wedding planner non deve fare

Quante volte abbiamo pensato che fare la Wedding Planner è il mestiere più bello del mondo! Realizzare sogni, questa è la mission di una professionista del matrimonio.

Ma fare bene questo lavoro richiede un grande impegno e non è raro che si possa incorrere in una serie di errori madornali che vanificano tutti gli sforzi fatti  fino a quel momento, per raggiungere un buon livello di professionalità.

Quali sono gli errori che definiscono  una pessima wedding planner?

Essere in ritardo:

Precisa, puntuale o meglio sempre in anticipo sui fornitori e sulla coppia di sposi. La wedding planner non può arrivare in ritardo, MAI . Deve avere il tempo di supervisionare il lavoro  dei suoi collaboratori e correggere il tiro laddove serve. Deve aspettare la sua sposa davanti alla chiesa, per rassicurarla e  sistemarle il velo, ed essere poi  sempre la prima ad accogliere gli ospiti nella location.

Non saper interpretare al meglio le esigenze del cliente:

Quando una wedding planner incontra per la prima volta la coppia di sposi la conversazione dovrebbe consistere nell’ascoltare con estrema attenzione i loro bisogni, il racconto del loro sogno e proporre le soluzioni più adeguate a realizzarlo. Una wedding planner professionista, illustra i servizi che è in grado di offrire ai suoi clienti, consiglia gli sposi, si occupa di tutti gli aspetti organizzativi, ma lascia sempre che le decisioni finali siano le loro, coinvolgendoli nel progetto di pianificazione, senza trasferire sugli sposini  la benché minima ansia o stress.

Voler far tutto:

La tuttologia non si addice a una wedding planner  professionista. In teoria potrebbe  occuparsi dei fiori, delle decorazioni  e perché no , potrebbe anche scattare le foto. Ma non si può fare tutto se si vuole organizzare un matrimonio in modo veramente professionale. Vuoi essere una Wedding Planner di successo? Devi rispettare le competenze di ciascuno. Devi essere un supporto per tutti i professionisti coinvolti, riuscendo a mantenere sempre una visione globale dell ‘intera organizzazione e delle tempistiche. E per questo è fondamentale avere una ottima formazione professionale. Ma  una brava wedding planner , deve rispettare il  lavoro dei collaboratori  e la loro area di azione perché il segreto è tutto lì : fare squadra.

Non investire sulla formazione professionale e sulla comunicazione:

La parola d’ordine è formarsi con continuità e scrupolo. Non solo corsi per wedding planner mirati a progettare un matrimonio in ogni singolo dettaglio, ma anche un corso che ti permetta di gestire la propria comunicazione sui social e sul web, a comprendere i bisogni degli sposi e arrivare ai clienti che più si desiderano, ad avere un brand riconoscibile e crearsi un portfolio di presentazione adeguato.

Essere protagonista :

L’errore più grave e che definisce una pessima wedding planner è sentirsi la star della serata. La perfetta wedding planner sa stare in disparte, dietro le quinte e lasciare tutto lo spazio agli sposi e ai loro familiari. Non indossa abiti appariscenti e non è mai autoreferenziale. Deve essere l’angelo custode della festa più bella nella vita di una coppia innamorata che ha coronato ( anche grazie al suo lavoro) il più bel  sogno d’amore.

 

Angela Bartolomeo Wedding Planner & Designer

 

 

READ MORE

Abito da sposa: anteprima collezioni 2015

Fantastici ! Abiti da sposa da sogno, per far sognare. Chiudete gli occhi e provate a pensare al grande giorno. Come vi immaginate? Ciascuna di voi ha il suo stile. Scegliendo l’abito dei vostri sogni, dovete valorizzarlo al massimo. Mai stravolgerlo.
L’abito nuziale deve essere in sintonia con tutti gli altri elementi del matrimonio e proprio per questo non dovrebbe essere la prima scelta in ordine cronologico.
Dovrebbe arrivare dopo la data e dunque la stagione, dopo l’orario e il luogo.
La storia dell’abito da sposa per ognuna di voi, comincia con un desiderio, che passo dopo passo assume contorni definiti, fino a giungere alla scelta dell’abito ideale.

PRONOVIAS
Il Brand spagnolo compie 50 anni!. Non è dunque un caso che la linea di abiti da sposa per il 2015, si chiami 50 years dressing dreams. Abiti bellissimi realizzati con tessuti di pregio: il mikado di seta, ideale per abiti strutturati, il tulle illusion la cui estrema sottigliezza è impreziosita con ricami swarovski, il pizzo francese e l’ottoman seta, di grande tendenza per il 2015. Oltre al tradizionale bianco, la collezione Pronovias 2015 si apre al rosa tenue, al beige e al pesca.
La NOVITA‘ è rappresentata dall‘abito spezzato in gonna e corpetto. La possibilità che si offre alle future spose di abbinare corpetti a gonne secondo il proprio gusto e la propria personalità, rende l’abito da sposa decisamente esclusivo.

JENNY PACKAM
La collezione 2015 della designer inglese, nota per aver vestito molte rappresentanti dello star system tra cui Angelina Jolie e Kate Hudson, ma soprattutto per essere una delle stiliste predilette dalla Duchessa di York, si ispira a Madame Yevonde una delle figure femminili, più interessanti del secolo scorso. La cui cifra stilistica, estremamente elegante e a volte rarefatta, si riflette nella collezione 2015 del brand.
In particolare la stilista ha tratto ispirazione da alcuni scatti titolati ‘Le Dee‘ che la Yevonde realizzò nei primi anni ’30 e che ritraggono signore della buona società come novelle eroine mitologiche, in un’ambientazione crepuscolare e neoclassica.
Abiti peplo, con ricami finissimi, scolli trasparenti, dettagli dorati. Nuance dal latte allo champagne, tessuti sontuosi come lo chiffon, leggerissimo, sottile, morbido e velato che valorizza al massimo i modelli ricercati della collezione.
La NOVITA’: hanno aperto e chiuso la sfilata tre eccezionali modelle curvy: Marquita Pring, Camilla Hansen e Ashley Graham. La Packam ha voluto così sottolineare che gli abiti devono far sentire belle le donne ‘e questo non ha niente a che fare con la taglia’ .

SAREH NOURI
La collezione della stilista iraniana, molto romantica e raffinata, si ispira alla bellezza delle atmosfere naturali, con il tocco prezioso e ormai distintivo del brand: la seta italiana e il preziosissimo pizzo Sophie Halette. Lo stile del brand è sofisticato, tradizionale, etereo ed elegante. La produzione degli abiti è di fattura artigianale. Per Sareh Nouri “trovare l’Abito è come trovare un vero amico, non devi pentirti di averlo scelto ogni volta che lo rivedi, ma sorridere”
La NOVITA’: l’abito Sawyer, con ampia gonna a fazzoletto. Per la sua realizzazione sono stati utilizzati 60 yard di seta oltre al pizzo Halette. Ogni singolo fazzoletto è cucito in modo strategico per creare un morbido effetto texure, come quello di un magnifico abito da ballo.Bellissimi!! e c’è in più che, ognuno dei brand che vi ho proposto, ha posto l’accento su alcuni requisiti importanti che ogni abito da sposa deve avere: la personalizzazione, la magia che non c’entra nulla con la taglia di chi lo indossa, la capacità di strapparci un sorriso, tutte le volte che andremo a sfogliare il nostro album dei ricordi.
Allora, pronte a scegliere? Mi raccomando non mancate ai prossimi appuntamenti con le nuove collezioni…

          Karolina Kurkova ha aperto e chiuso
                la sfilata Pronovias Spring 2015
 
             Volumi importanti e seta mikado
            Collezione Spring 2015 Pronovias
        Abito a peplo dalla linea leggera e morbida,
ricercato e vaporoso.Collezione Spring 2015 Pronovias
   Abito sposa con camicia mesh e gonna a petali
Collezione Pronovias Spring 2015
La linea semplice dell’abito da sposa è impreziosita
dal corpetto con maniche in pizzo.
Collezione Spring Pronovias 2015
                                         Pronovias
            Abito a sirena con gonna aperta ideale
per snellire la figura Collezione Pronovias Spring 2015
           Collezione Spring 2015 Jenny Packam

 

              Ashley Graham indossa un abito
       della collezione Spring 2015 Jenny Packam

 

                 Collezione Spring 2015 Jenny Packam
                  Collezione 2015 Jenny Packam
            Collezione Spring 2015 Jenny Packam
           Marquita Pring indossa un abito da sposa
della collezione 2015 Jenny Packam
         Abito a campana, con pizzo francese Alencon
doppiato in georgette e bratelline in cristalli
Collezione Spring 2015 Sareh Nouri
                   Abito da sposa in organza in seta
Collezione 2015 Sareh Nouri
         Abito con corpetto in pizzo cucito a mano
Collezione 2015 Sareh Nouri
READ MORE

Matrimonio con il cane: come organizzarsi con “fido” nel giorno più bello

La prima volta che mi è capitato di dover affrontare l’organizzazione di un matrimonio con un invitato molto speciale, certo Orazio, un fantastico labrador, è stato circa una decina di anni fa.
Da allora, quella che all’epoca poteva sembrare una richiesta eccentrica, è diventata una consuetudine, che come ogni dettaglio nell’organizzazione di un matrimonio, non deve essere lasciata al caso.

E’ consigliabile seguire alcune semplici regole, per far si che la presenza del nostro amico a quattro zampe, si inserisca nel ricevimento con naturalezza e stile.

 

Se Fido appartiene agli sposi

I padroni di casa dovranno assicurarsi prima di tutto che la presenza di Fido non arrechi nessun disagio agli ospiti. Potrebbero esserci persone che non amano particolarmente i cani, soprattutto quelli di grande taglia. Oppure mamme con bambini molto piccoli, che si entusiasmano particolarmente alla vista di un bel cagnolino, diventando incontrollabili. Ospiti con allergia al pelo del cane. E così via.

Dovranno scegliere una  che permetta l’accesso dei nostri amici a quattro zampe,possibilmente  con un angolo riservato, dove Fido, potrà godersi un pò di tranquillità, lontano dal trambusto della festa.

Nessuno potrà mai darvi la garanzia assoluta che il vostro amato cane stia tranquillo e si comporti esattamente come desiderate, in un contesto animato come quello del ricevimento di nozze.
Non abbiamo bisogno di un Marley che ci faccia ricordare in negativo il nostro matrimonio e perciò diventerà necessario prevedere il servizio di un dog sitter che si occupi di Fido.

Se Fido appartiene agli invitati

L’invitato perfetto è quello che non crea imbarazzi inutili, chiedendo ad esempio di portare il proprio cane al ricevimento nuziale. Nel caso in cui non lo sfiori l’imbarazzo, deve doverosamente informarsi se è prevista la presenza di un dog sitter, perchè è chiaro che non si può lasciare un gruppo di Fido, a scorrazzare liberamente durante il ricevimento. Se la presenza del dog sitter non è contemplata, l’invitato perfetto deve saper rinunciare a portare il suo cane.

Il wedding dog sitter perfetto


Deve essere un professionista serio, che abitualmente condivide del tempo con i cani e ne ha studiato le caratteristiche. Deve saper gestire il cane in sicurezza e in un ambiente esterno. Deve saperne interpretare il comportamento per evitare situazioni critiche. E deve conoscere le particolarità delle varie razze.

Abbigliamento e ruolo di Fido

Fido NON E’ un bambolotto da agghindare come un albero di Natale da riempire di lustrini e pailletes, perché più brilla meglio è!.
Certo, è vero che l’amore è cieco e a volte ci porta ad esagerare con le trasgressioni. Ma rispettiamo la sua dignità di cane.
Scegliamo accessori semplici: un piccolo papillon colorato, un fiore (non tossico mi raccomando!!) non troppo profumato perché il suo tartufo non gradirebbe, attaccato saldamente al collarino. Possono bastare. Una graziosa ghirlanda di fiori, ma giusto per il tempo necessario ad un click.

 

 

Mi è capitato più di una volta di assistere a diverse interpretazioni del ruolo di Fido: consegna del cuscinetto delle fedi legato al collo, anelli nuziali legati direttamente al collare, consegna di piccolo cesto di petali tenuto saldamente in bocca e così via…
Una possibile caduta di stile è sempre in agguato.Ma ancora di più mi preoccupa la salute dei vostri Fido.
Quindi se pensate che il giorno più bello della vostra vita, possa essere ancora più bello se lo dividerete con il vostro amato cagnolino fatelo pure, ma ricordate che la più grande prova d’amore è il rispetto della sua natura di cane.
E voi che ne pensate?

Photo Pinterest

READ MORE

Matrimonio in stile bohochic: bellezza, colore ed etica si fondono in uno stile naturale e raffinato

Se siete ancora indecisi sullo stile da adottare per il vostro matrimonio ed in voi albergano lo spirito bohémien,Woodstock e un’anima ecofriendly, lo stile bohochic è quello che fa per voi.
Le parole chiave per comprendere questo stile sono bellezza ,colore ed etica.
La sposa bohochic ama la semplicità e la naturalezza, non è per niente banale e desidera un ricevimento di nozze immerso nella natura.
Gli abiti da sposa in stile bohochic prediligono tessuti leggeri e impalpabili che svelano il cuore romantico di chi li indossa.I fiori comprimari nel definire lo stile di un ricevimento di nozze possono essere scelti sia per l’allestimento che per il bouquet della sposa tra dalie, peonie o rose antiche. Con una predilezione per i fiori spontanei come la camomilla, le margherite, il pisello odoroso, la lavanda e così via. Non bisogna mai innamorarsi di un fiore in astratto. Ricordate sempre che i fiori sono colore, personalità, stupore,creatività.

 

 

Una vecchia cassetta di Coca Cola, fiori di campo e rose per un allestimento a Tenuta Tresca

 

 

Anche gli allestimenti avranno un mood naturale e colorato, nastri per decorare tavole e sedie, piccoli vasi in vetro da usare come lanterne, un grande albero che offre la sua ombra per un originalissimo tableau.

 

            Nastri di raso colorati donano personalità a delle semplici sedute bianche

 

              Una perfetta atmosfera bohochic realizzata con nastri colorati e fiori di campo

 

Segnaposti realizzati con spille vintage e allestimento con piccoli fiori di carta coloratissimi

 

 

Tableau de mariage realizzato con tronchi in perfetto stile bohochic

 

Bomboniere ecofriendly: piccoli sacchetti in lino contengono semi di fiori

 

                     Torta nuziale: chiudere in dolcezza a Tenuta Tresca
READ MORE