Come si scrivono gli inviti per il matrimonio: consigli utili per non sbagliare

Come si scrivono gli inviti per il matrimonio: consigli utili per non sbagliare

Come si sceglie la partecipazione di nozze?

Pensare alle partecipazioni di nozze è il primo passo per rendere ufficiale e condividere con amici e parenti l'annuncio del tuo matrimonio. 

Ma quali sono le regole per scegliere la partecipazione giusta e qual è il modo migliore per scriverla? 

La prima cosa da sapere è che l'invito indica il tono e lo stile che avrà il tuo matrimonio. Quindi devi prestare una particolare attenzione alla scelta della grafica, del colore e del  tipo di carta.

La seconda è che la partecipazione di nozze serve a spiegare quello che c'è da sapere sul dove, il quando, il come e quindi il suo contenuto deve essere chiaro ed esauriente.

 

Tra tradizione e modernità

La tradizione detta che ad invitare siano i genitori degli sposi. Oggi questa usanza è stata superata dal fatto che la maggior parte delle coppie arriva al matrimonio da una convivenza e quindi ha più senso che sia proprio la coppia in prima persona ad invitare amici e parenti. 

Se i futuri sposi hanno anche una prole al seguito, è spesso usata la formula che vede il figlioletto invitare gli ospiti al matrimonio dei suoi  genitori . Un modo scanzonato e leggero di annunciare un evento così importante nella loro vita. 

La personalizzazione 

Il nuovo "lusso" è la personalizzazione, che impera in ogni aspetto dell'organizzazione del matrimonio e dunque anche nella realizzazione degli inviti. 

Dalla partecipazione in carta patinata e liscia per i matrimoni più classici , a quella in carta Kraft per matrimoni in stile country, alle  carte dai colori scuri e perlati per matrimoni in stile urban, fino alle partecipazioni in 3D, la parola d'ordine è personalizzazione. 

Come si scrive la partecipazione di nozze?

Facebook & CO

Nonostante i social siano entrati prepotentemente in ogni aspetto della nostra vita, resta il fatto che il momento topico dell'apertura  della busta che contiene l'invito, non potrà mai essere sostiuito da una comunicazione via chat. Che tornerà utile invece succesivamente per comunicare informazioni  per raggiungere ad esempio la location  o la chiesa.

   

Partecipazione ed invito: cosa scrivere e come farlo 

Una volta stabilito il luogo della cerimonia e del ricevimento è ora di far stampare le partecipazioni. 

Come ti dicevo all'inizio, la formula classica dei genitori degli sposi che invitano è veramente poco applicata. La formula più moderna e contemporanea vede gli sposi unici protagonisti.

Che differenza c'è tra partecipazione ed invito?

Sulla partecipazione verrà indicato il luogo dove si svolgerà la cerimonia religiosa o civile mentre  sull'invito il luogo del ricevimento. Una soluzione alternativa è quella di scrivere entrambi sullo  stesso cartoncino .

Trovo sia utile inserire anche una graziosa timeline della giornata. In questo modo  l'ospite potrà  orientarsi tra i vari  momenti del ricevimento e della cerimonia ed avrà la percezione di partecipare non ad uno dei soliti matrimoni ma ad un evento importante che è stato pensato e studiato in ogni singolo aspetto e con grande cura. 

Gli indirizzi sulla busta vanno scritti rigorosamente a mano . Ti  suggerisco di farlo prima di inserire la partecipazione all'interno in modo che la scrittura venga bene e sia armoniosa . . 

Per un risultato al top potresti affidarti alle mani sapienti di una calligrafa.Lo consiglio sempre alle mie spose perchè penso che dia quel tocco di personalizzazione in più che non guasta. 

E' sempre buon uso, inserire nella suite grafica anche il R.S.V.P. Purtroppo non riscuote molto successo.  In tanti anni di attività,  ho visto  una minima percentuale di persone rispondere e di solito gli sposi sono costretti a sollecitare la risposta con una telefonata. 

Quando si spediscono gli inviti ?

Se sei stata  presa dall' entusiasmo di comunicare a tutti che ti stai per sposare e pensi di farlo sei mesi prima ... desisti.

Sei mesi sono un tempo lunghissimo e le persone sono così indaffarate che finiribbero per dimenticare che tu ti sposi .

L' ideale è spedire le partecipazioni circa tre mesi prima dell'evento .La consegna/spedizione delle partecipazioni risente anche delle tradizioni regionali di cui bisogna tener conto.

Ad esempio al sud è ancora considerata una scortesia ricevere la partecipazione via posta. In questo caso l'invito diventa un vero rito sociale corredato da caffè e pasticcini offerti da chi riceve i futuri sposi. Che a pensarci non è niente male! 

 

Hai dei dubbi su come scrivere le tue partecipazioniContattami!

28 Ottobre, 2020